Chiesa Maria SS. Annunziata (1737)

 

 

DESCRIZIONE: la chiesa, secondo il progetto, sarebbe dovuta constare di una navata centrale e due laterali: la prima unita alla seconda a mezzo del solito archeggiato e colonnato. Ma la mancanza di fondi sufficenti fece sorgere la chiesa monca, rinviando a tempi migliori la costruzione delle due navate laterali, mai più edificate. Nelle sue linee la chiesa non ripete nessuno stile architettonico. Forse avrebbe dovuto ripetere lo stile barocco.

 

L'ingresso principale è in marmo colorato e vi si arriva attraverso una scalinata in pietra lavica. All'interno, la chiesa si presenta interamente affrescata. Entrando, lateralmente la navata, si trovano quattro altarini in marmo di Taormina, sormontati da tele di autore ignoto: "Madonna del Carmine", "San Giuseppe morente", "Madonna del Rosario" e "Annunciazione". S ulla parete sinistra, al centro dei due altari, è posto un fercolo in legno scolpito risalente al 1933, che viene usato per il trasporto dell'Addolorata durante la processione del Venerdì Santo.

Sul lato destro, invece si trova il pulpito, in legno scolpito, risalente al 1891, opera di Nunzio Grasso. L'altare maggiore, in marmo di Taormina, è circondato dal coro ligneo in noce scolpito. L'opera più preziosa che la chiesa conserva, è la pala del Crocifisso, pitturata da G. Salvo D'Antonio, nipote del famoso Antonello da Messina.

 

 

 

Entrando in chiesa, a destra, sulla parete vi è una tela

della Madonna della Catena

 

Calatabiano

Promo Loco Associazione Culturale Turistica - P.IVA 04735520878

Taormina, mare taormina, sicilia, vacanze in sicilia, vacanze taormina, giarini naxos, luoghi divisita taormina,