Portale in pietra lavica

della residenza

dei Principi di Palagonia.

 

 

Alla famiglia Gravina si deve la costruzione, dopo il terremoto del 1693, del Palazzo Gravina, oggi proprietà privata.
L'edificio sorge nelle vicinanze della piazza Vittorio Emanuele, sull'argine destro del torrente S. Beatrice, oggi coperto dalla via Vittorio Veneto.
L'edificio originale, a pianta quadrata, si articola su due piani: quello inferiore, destinato probabilmente alla servitù, e quello superiore, alla residenza dei Principi. I due piani vengono scanditi da una cornice in pietra che corre lungo tutto il prospetto.

 

 

 

 

L'ingresso principale è posto lateralmente ed al di fuori del prospetto edificato.
Oltre ai due ingressi in pietra lavica, all'interno del cortile, pregevoli appaiono il bellissimo portale in pietra lavica e le mensole che sorreggono il balcone.
I mascheroni in pietra, le inferriate e le sculture floreali che, secondo una interpretazione storica, servivano a scacciare la pestilenza molto diffusa in quell' epoca e tutte le altre sculture in pietra, come quelle del Castello San Marco, vengono attribuite ai maestri Flavetta.
Altri splendidi esemplari di arte barocca si possono ammirare in alcuni balconi del centro cittadino, lungo la via XX Settembre e la via Cavour.

 

 

Calatabiano

Promo Loco Associazione Culturale Turistica - P.IVA 04735520878

Taormina, mare taormina, sicilia, vacanze in sicilia, vacanze taormina, giarini naxos, luoghi divisita taormina,