home|archivio|book|cartoline|collezioni|copyright|fotografi|info|movie|news|testi
 
LIBRO VIA CRUYLLAS

Il Castello di Calatabiano

Gisella Lo Castro

 

Le origini storiche di Calatabiano sono legate a quelle del suo castello che si eleva su una collina a 250 metri sopra il livello del mare. Il toponimo ha infatti evidente origine araba,: kalaat  significa castello e Bian è il nome del kakim, suo primo amministratore o signore. Il Castello, nella sua conformazione attuale, è di origine araba (IX sec.), ma recenti scavi archeologici hanno portato alla luce uno strato con resti bizantini. Questo ci fa pensare che una qualche forma di fortificazione esisteva sin dalla tarda romanità.

Il maniero fu ripristinato e rafforzato durante i due secoli di dominazione araba. Nel 1135, regnando Ruggero II, Calatabiano fu elevata a Signoria e concessa ai Pagano e Gualteri, conti di Avellino, ai quali si avvicendarono Arnaldo de Regio, Gualtieri dei Palearis, Pietro Ruffo, Ruggero di Lauria, Arrigo Rosso e Artale Alagona.

Nel 1396 il Castello passò ai Cruyllas, originari della Catalogna, i quali lo restaurarono riedificandovi alcune sale e riparando la cappella palatina. Con i Cruyllas il maniero visse un periodo di grande splendore grazie a Berengario, regio consigliere e vicario generale della Sicilia. A Berengario succedette il figlio Giovanni cui si deve la costruzione di un bellissimo arco nel vano più grande e meglio conservato del castello. Sulla chiave dell’arco due scudetti rotondi portano scolpiti lo stemma della grande e potente famiglia dei Cruyllas. Il primo (posto in direzione est) presenta sette croci e sei cerchietti; l’altro (in direzione ovest) presenta nove crocette. Giovanni morì senza figli e a lui succedette il fratello Berengario, al quale succedettero i figli Calcerano, Berengario e Giovanni. Giovanni sarà l’ultimo dei Cruyllas a detenere Calatabiano. Saranno i Gravina, successivamente, ad impossessarsi del castello e Ignazio II l’ultimo signore che vi dimorò, poiché il terribile terremoto del 1693 lo distrusse quasi totalmente.

Testi | texts

Associazione Culturale Promo Loco
Via Cruyllas Calatabiano.

 
 
 
Traduzione |  translates
Virginia Vaccaro
 
 
 
Traduzione |  translates
Mario Fillioley
 
 

copyrigth 2010 Promo Loco Associazione Culturale P.IVA 04735520878